Lavorare a maglia e' antistress

Ve la ricordate tutti? Seduta con i suoi ferri a confezionare una calda sciarpa di lana rossa. Probabilmente il vostro prossimo regalo di natale. Stiamo parlando delle vostre nonne, intente nel lavorare a maglia. L’immagine è un po’ antica, magari non molto nitida o magari molto vicina a noi. Sono infatti tantissime le donne, anche d’affari, che la sera si dedicano a questo hobby che si è rivelato un toccasana per lo stress.
A lanciare questo nuovo trend sono state proprio le attrici hollywoodiane che tra un ciak e l’altro, si dedicavano a lavorare la maglia.  L’antica arte del lavoro a maglia è tornata dunque di moda, anzi è diventata un’arma invincibile contro lo stress. Questo lavoro manuale favorisce il relax e regala momenti di serenità per l’organismo e soprattutto il sistema nervoso. Una ricerca italiana rivela che il lavoro a maglia attiva una serie di meccanismi di natura chimica nel nostro sistema nervoso lo tranquillizzano e gli regalano una sensazione di tranquillità.
Ed il lavoro a maglia, tipicamente femminile, diventa anche un lavoro anti-stress per gli uomini. Chi lo avrebbe detto? La moda delle star rivela che molti attori hanno intrapreso questo hobby per regalare del maglioni agli altri o a se stessi. Molti addirittura organizzano aste benefiche con questi lavori artigianali. Il lavoro a maglia infatti, sempre secondo la ricerca, aumenta l’autostima.
Il portare a termine un lavoro fatto dalle nostre mani corrisponde al raggiungimento pieno di un obiettivo. A chi è adatto lavorare la maglia? A tutti coloro che hanno bisogno di staccare la spina ed immergersi in un mondo di relax.